HySolarKit vs altre soluzioni

HySolarKit è un prodotto unico, coperto da brevetti: non vi sono prodotti o brevetti alternativi che prevedano l’ibridizzazione degli autoveicoli insieme alla ricarica solare. Analizziamo sinteticamente vantaggi e svantaggi di HySolarKit rispetto sia al veicolo convenzionale che alle possibili alternative.

Veicolo convenzionale (a benzina o Diesel)

Pro: Riduzione di consumi e di emissioni (ca. 20% in tipico utilizzo urbano). Migliori prestazioni (accelerazione, guidabilità) grazie al 4×4. L’auto può essere classificata come veicolo ecologico (è assimilabile ad un ibrido) ed accedere alle Zone a Traffico Limitato.hysolarkit ztl

Contro: Costo addizionale (ca. 3.000 €). Leggero incremento di peso del veicolo (ca. 60 kg). Spazio occupato dalla batteria addizionale (al posto del ruotino).

Veicolo convenzionale a metano o GPL

Pro: Con HySolarKit la riduzione dei costi operativi è dovuta ad un minore consumo di combustibile, mentre in un veicolo alimentato a metano o GPL è legata soltanto ad un minor costo del combustibile, che in Italia è attualmente gravato da una minore tassazione rispetto a benzina e gasolio. E’ evidente che questa condizione di vantaggio potrebbe cambiare a seguito di decisioni politiche (anche il gasolio anni fa costava molto meno della benzina, ma poi il gap si è ridotto successivamente alla diffusione dei motori Diesel). HySolarKit offre inoltre un incremento delle prestazioni grazie all’architettura 4×4. Comunque, HySolarKit può essere applicata anche sui veicoli a metano o GPL.

Contro: Installare HySolarKit è più costoso rispetto all’installazione di un impianto a metano o a GPL.

Veicolo Ibrido

Pro: HySolarKit, pur avendo i tipici vantaggi di un veicolo ibrido (riduzione di consumi ed emissioni, autonomia elevata, prestazioni elevate, recupero dell’energia in frenata ecc.), costa molto meno rispetto ad un veicolo ibrido. In più consente una parziale ricarica solare, opzione oggi non presente se non su alcuni “Concept” e sul modello top di gamma di Toyota Prius Prime Plug-In, al momento solo nel mercato giapponese (ad un costo decisamente superiore rispetto ad HySolarKit…). Inoltre, un passaaggio generalizzato ai veicoli ibridi comporterebbe una massiccia rottamazione del parco circolante, mentre la loro riconversione permetterebbe il riuso di vetture in molti casi ancora in buone condizioni. Questa soluzione è quindi molto più sostenibile, essendo il Riuso uno dei pilastri della sostenibilità insieme alla Riduzione ed al Riciclo (le tre R).

Contro: Un veicolo progettato “ab ovo” come ibrido può in teoria ottimizzare meglio consumi e prestazioni. Questo gap è comunque compensato dalla presenza della ricarica solare, che per un tipico utilizzo urbano di fatto allinea le riduzioni di consumi ed emissioni di HySolarKit a quelle dei migliori veicoli ibridi del mercato.

Veicolo Elettrico

Pro: HySolarKit costa molto meno rispetto ad un veicolo elettrico. Non ha inoltre i problemi di limitata autonomia e di difficoltà e lunghezza di ricarica che tuttora affliggono i veicoli elettrici (i problemi legati alla ricarica ed all’impatto sulla rete elettrica costituiscono oggi un serio limite alla diffusione di massa dei veicoli elettrici). Da notare che un veicolo elettrico non consente di evitare le emissioni di CO2, a meno che l’energia elettrica per la ricarica non provenga da fonte rinnovabile, mentre la riduzione di CO2 assicurata da HySolarKit si basa su un minor consumo di energia legato alla ibridizzazione ed alla disponibilità di energia elettrica da fonte fotovoltaica. Con HySolarKit, come per i veicoli tradizionali, è possibile riscaldare l’abitacolo grazie al calore di scarto del motore a combustione interna, mentre il riscaldamento invernale (come il condizionamento estivo) riducono seriamente l’autonomia in un veicolo elettrico.

Contro: L’elettrico consente di muoversi in modalità Zero Emissioni, nell’ambito della sua autonomia. HySolarKit consente la modalità “Full Electric” con una potenza ridotta, e con un’autonomia minore rispetto ad un veicolo elettrico nativo, essendo dotato di norma di una batteria meno capiente. HySolarKit può comunque, con un costo aggiuntivo, ospitare una batteria più capiente, estendendo l’autonomia in modalità “Full Electric”.

Idrogeno

Pro: A differenza di HySolarKit, i veicoli alimentati ad idrogeno (con le Fuel-Cell) rappresentano oggi solo un’alternativa a lungo termine, dovendosi risolvere problemi di costo delle Fuel-Cell, di sicurezza, di disponibilità e distribuzione dell’idrogeno. Come per il veicolo elettrico, la riduzione di CO2 connessa all’uso dell’idrogeno si realizza soltanto se l’idrogeno stesso (che non si trova tal quale in natura) è prodotto a partire da fonte rinnovabile.

Contro: Come per i veicoli elettrici, un veicolo ad idrogeno consente di muoversi in modalità Zero Emissioni, nell’ambito della sua autonomia. HySolarKit consente questa modalità solo con una potenza ridotta e con un’autonomia minore, essendo dotato di norma di una batteria meno capiente. HySolarKit potrebbe comunque, con un costo aggiuntivo, ospitare una betteria più capiente, estendendo l’autonomia in modalità “Full Electric”.

Bio-combustibili

Pro: HySolarKit consente di ridurre costi operativi, consumi ed emissioni rispetto ad un veicolo convenzionale alimentato con bio-combustibili, incrementandone anche le prestazioni. I bio-combustibili, disponibili oggi ed anche in un prossimo futuro in quantità relativamente limitate, permettono di ridurre le emissioni globali di CO2, ma non offrono sostanziali vantaggi in termini di emissioni urbane, prestazioni o costi di esercizio (a meno di possibili incentivi). Da notare che HySolarKit può applicarsi comunque anche a veicoli che utilizzino bio-combustibili, sommandone i vantaggi.

Contro: Costo addizionale per l’impianto.